Servizio Civile

Il Servizio Civile Universale è un’iniziativa del Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale.

 

L’iniziativa permette di svolgere un periodo di servizio in Italia o all’estero in progetti di:

  1. Assistenza;
  2. Protezione civile;
  3. Patrimonio ambientale e riqualificazione urbana patrimonio storico, artistico e culturale;
  4. Educazione e promozione culturale, paesaggistica, ambientale, dello sport, del turismo sostenibile e sociale;
  5. Agricoltura in zona di montagna, agricoltura sociale e biodiversità;
  6. Promozione della pace tra i popoli, della nonviolenza e della difesa non armata;
  7. Promozione e tutela dei diritti umani;
  8. Cooperazione allo sviluppo;
  9. promozione della cultura italiana all’estero e sostegno alle comunità di italiani all’estero.

 

IL PROGRAMMA È APERTO A:

  • Cittadini italiani
  • Cittadini degli altri paesi della UE
  • Cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia
  • Tra i 18 e i 28 anni non superati al momento della candidatura (28 anni e 364 giorni)
  • Che non abbiano riportato condanne di primo grado per reati penali

 

Possono presentare domanda anche volontari che:

  • abbiano interrotto il servizio civile a causa della chiusura del progetto purché lo stesso abbia svolto meno di 6 mesi di servizio.
  • abbiano interrotto il servizio civile a causa del superamento dei giorni di malattia previsti purché lo stesso abbia svolto meno di 6 mesi di servizio
  • abbiano già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani”,  nell’ambito del progetto sperimentale europeo IVOforALL e nell’ambito dei progetti per i Corpi Civili di Pace.

 

Non possono presentare domanda i giovani che:

  • appartengano ai corpi militari e alle forze di polizia;
  • abbiano già prestato o stiano prestando Servizio Civile Nazionale o Servizio Civile Universale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
  • abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, oppure abbiano avuto tali rapporti di durata superiore a tre mesi nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del bando.

 

IL VOLONTARIO RICEVE:

  • Formazione;
  • Crediti formativi;
  • Attestato di partecipazione al Servizio civile;
  • Riconoscimento e valorizzazione delle competenze acquisite;
  • Valutazione dell’esperienza nei concorsi pubblici con le stesse modalità e lo stesso valore del servizio prestato presso la Pubblica Amministrazione e può valere come titolo di preferenza;
  • Riconoscimento del servizio ai fini del trattamento previdenziale (riscattabile);
  • Assegno mensile di 439,50 €; per il servizio all’estero si aggiunge un’indennità estera giornaliera tra i 13 e i 15 € a seconda del paese di servizio;
  • Per il servizio all’estero: vitto, alloggio, viaggio di andata e ritorno e un rientro (a/r) durante il servizio se previsto dal progetto;
  • Permessi variabili proporzionalmente al periodo di servizio (20 giorni per 12 mesi).

 

PER CANDIDARSI:

 

È possibile inviare una sola candidatura per un solo progetto. Per scegliere il tuo progetto:

  • Leggi attentamente il bando
  • Leggi attentamente i profili e la descrizione dei singoli progetti
  • Contattaci (serviziocivile@aspem.org – 031 711 394) in caso di dubbi o chiarimenti

 

Una volta scelto il tuo progetto potrai inviare la candidatura esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it

 

Per accedere alla piattaforma

  • I cittadini italiani residenti in Italia o all’estero e i cittadini di Paesi extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia possono usare esclusivamente SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid sono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID, quali servizi offre e come si richiede. Gli Identity Provider forniscono diverse modalità di registrazione, gratuitamente o a pagamento. Per richiedere e ottenere le  credenziali SPID serve un documento di identità valido (carta di identità o passaporto), la tessera sanitaria, un indirizzo e-mail e un numero di telefono del cellulare.
  • I cittadini appartenenti ad un Paese dell’Unione Europea diverso dall’Italia o a Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein, che ancora non possono disporre dello SPID, e i cittadini di Paesi extra Unione Europea in attesa di rilascio di permesso di soggiorno, possono accedere ai servizi della piattaforma DOL previa richiesta di apposite credenziali al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa.

Attivare le credenziali SPID può richiedere alcuni giorni, ricordati di cominciare con sufficiente anticipo in modo da inviare la domanda in tempo.

 

Per presentare la domanda

  • Leggi attentamente la guida alla compilazione della domanda
  • Tieni a portata di mano il codice della sede di progetto prescelta e tutti i tuoi dati e informazioni
  • Compila le sezioni indicate: 1-Progetto; 2-Dati e dichiarazioni; 3-Titoli ed esperienze secondo le indicazioni della guida
  • Presenta la domanda
  • Invia un’e-mail di notifica a serviziocivile@aspem.org per confermare l’avvenuto invio della candidatura indicando il numero di sede scelta

 

SCADENZA:

Il bando scade il 10 ottobre 2019 alle ore 14.

Non aspettare l’ultimo momento per attivare il tuo SPID e inviare la tua candidatura.

 

PER INFORMAZIONI:

serviziocivile@aspem.org – 031 711 394 – in sede (via Dalmazia 2, Cantù), da martedì a giovedì dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 16:00.

https://www.scelgoilserviziocivile.gov.it/

 

POSIZIONI APERTE:

I nostri progetti

Nel 1974 ASPEm inizia le attività in Africa, nel 1987, in risposta ad una richiesta locale, viene avviata l’esperienza in Perù. Dall’esperienza peruviana è nata, nel 2001, l’opportunità di rafforzare l’impegno nel continente latinoamericano, con l’inizio di una collaborazione con la Bolivia. Nel 2013 ASPEm inizia una collaborazione con la Caritas Guineana, inviando volontari in Guinea Conakry per la gestione di un centro medico chirurgico.

Donor & collaborazioni

  • Soddisfazione per la formazione del progetto EVA in Ghana – EU Aid Volunteers

    Dal 17 al 23 febbraio ASPEm è stata a Tamale, Ghana, con il progetto EVA per l’ultima fase della formazione in preparazione della certificazione EU Aid Volunteers. Al seminario hanno partecipato le 2 associazioni africane partner del progetto, la marocchina ASTICUDE, e la ghanese GDCA, che ha ospitato l’evento. L’ONG spagnola APY ha facilitato il… Read more »

  • “Mujeres con talento” riceve il premio Perù per lo Sviluppo Sostenibile

    “Mujeres con talento”, è stato riconosciuto nella categoria “Prosperità” del premio “Perù per gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile” dall’associazione Perú 2021. Il riconoscimento è assegnato a progetti che stanno contribuendo allo sviluppo sostenibile del Paese in linea con i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile in cinque categorie: Persone, Partenariati, Pianeta, Pace e Prosperità. La categoria… Read more »

  • ASPEm in Marocco per formazione progetto EVA – EU Aid Volunteers

    Dal 13 al 17 settembre ASPEm è stata in Marocco per la formazione sulla sicurezza per i partner africani del progetto EVA. ASPEm e APY hanno facilitato il seminario a cui hanno partecipato rappresentanti dell’associazione ghanese GDCA e la marocchina ASTICUDE, che ha ospitato il seminario nella sua sede di Nador. Nei quattro giorni di… Read more »

  • Nuove opportunità di volontariato in Palestina – EU Aid Volunteers

    Dopo molti mesi di attesa, finalmente si è riaperta la possibilità di svolgere un’esperienza di volontariato in Palestina attraverso il programma EU Aid Volunteeers (progetto SuD HAV 2) ASPEm cerca quindi un volontario da inviare presso Human Supporters Association a Nablus, per svolgere attività di supporto educativo con bambini e ragazzi tra giugno e dicembre 2019. La… Read more »

  • Continuano i seminari del progetto EVA – EU Aid Volunteers

    La prima settimana di dicembre ha visto tutti i partner del progetto EVA impegnati in varie sessioni di formazione su come pianificare l’inserimento di volontari in base alle effettive esigenze di ciascuna organizzazione. I soci sudamericani, guidati da ASPEm, si sono trovati a La Paz, quelli asiatici, guidati da ADICE, a Bali, mentre i soci… Read more »

  • Come l’Okapi: primi traguardi

    Giovedì 13 dicembre 2018 è giunto al termine il percorso intrapreso con la Scuola Primaria F. Casati di Brenna nell’ambito del progetto Come l’Okapi Alunni, famiglie, insegnanti e operatori di ASPEm hanno partecipato ad un momento di condivisione a conclusione delle attività realizzate con le cinque classi della scuola. Gli alunni hanno presentato alle famiglie il lavoro… Read more »

  • Partiti gli ultimi EU Aid Volunteer – Progetto SuD HAV

    Nelle ultime settimane hanno preso servizio gli ultimi 3 volontari del progetto SuD HAV. Con Marta, Edoardo e Cristina, sono 9 i giovani partiti con ASPEm grazie al programma EU Aid Volunteers. Marta resterà fino ai primi di luglio 2019 a Shianda, villaggio nella regione del Kenya Occidentale, a supporto dei progetti di sviluppo comunitario… Read more »

  • FOCSIV: Noi chiediamo porti aperti alla responsabilità umanitaria

    Roma, 21 gennaio 2019 Comunicato stampa “Di fronte all’ennesima tragedia nel Mediterraneo, a chi scappando dall’inferno della Libia trova la morte a pochi chilometri dalle coste europee; di fronte a coloro che ancora strumentalmente accusano le ONG di voler far invadere il nostro Continente, quando invece, come in questo caso, è intervenuta la Marina italiana… Read more »

  • Merenda di amaranto per la scuola di San Lorenzo

    Dal alcune settimane gli alunni della scuola primaria di San Lorenzo (Tarija – Bolivia) ricevono barrette di amaranto per merenda. Le barrette sono uno dei 5 prodotti trasformati di amaranto che hanno già ricevuto la certificazione sanitaria necessaria alla distribuzione e alla vendita e il primo ad essere consumato nelle scuole. ASPEm e i partner… Read more »