Aspem e le imprese

aspem e le imprese

ASPEm è un’associazione presente da oltre 30 anni sul territorio comasco, questo le permette di conoscere e di parlare  con le PMI direttamente per scegliere insieme delle AZIONI DI SOLIDARIETA’ che rispondano ai bisogni delle persone che vivono sia che vicino e che lontano.

ASPEm è pronta a incontrare imprenditori,  dirigenti e artigiani per trovare insieme il modo migliore di attivare AZIONI DI RESPONSABILITA’ SOCIALE.
Insieme possiamo inventare modalità di sostegno innovative che permettano all’impresa di farsi riconoscere sul proprio territorio come Sostenitrice di azioni di solidarietà.

ASPEm  collabora con alcune aziende del territorio quanto con attività nel campo della tessitura, dell'ediliza e della falegnameria, attività per le quali l'Associazione promuove a Lima corsi di formazione finanziati dal Fondo Italo Peruviano.
Alcuni esempi di come le aziende possono sostenere le attività di ASPEm: 

  • Volontariato: mettendo a disposizione alcune professionalità nel campo della comunicazione, del marketing e dell’IT e di altro
  • donazione liberale: con una donazione economica l'azienda può contribuire direttamente al funzionamento di un progetto specifico: una scuola, un parco, un corso di formazione...
  • co-marketing: destinazione di una parte dei risultati di vendita di uno specifico prodotto/servizio a un progetto di ASPEm,  utilizzando, dietro un minimo contributo, il logo dell’Associazione sulla carta intestata aziendale;
  • sponsorizzazione economica: sostegno economico nell'organizzazione di iniziative, mostre, conferenze e spettacoli di ASPEm contributi per la realizzazione di cataloghi, pubblicazioni, video, film
  • sponsorizzazione tecnica: sostegno attraverso la donazione di beni o servizi messi a disposizione gratuitamente. Ad esempio, prodotti, spazi pubblicitari, strutture e service per allestimento di mostre, di stand o di eventi; 
  • speciale Natale: acquisto da parte dell'azienda di biglietti di auguri, calendario, donazioni sostitutive dei regali di natale aziendali, acquisto delle borse regalo
 
imprese

Responsabilità sociale?

La responsabilità sociale delle imprese viene definita come “l’integrazione su base volontaria, da parte delle imprese, delle preoccupazioni sociali ed ecologiche nelle loro operazioni commerciali e nei rapporti con le parti interessate". (Libro Verde della UE del 2001) 

Chi fa impresa è giornalmente impegnato a promuoverne lo sviluppo e la redditività sviluppando nuovi prodotti e servizi, recuperando le necessarie risorse finanziarie, soddisfacendo la clientela, curando lo sviluppo dei mercati. Sembra essercene più che a sufficienza!
E invece occorre considerare che la responsabilità sociale può contribuire allo sviluppo e al rafforzamento delle imprese instaurando un sistema di relazioni con tutta una varietà di soggetti che a vario titolo concorrono alla produzione e all’ottenimento dei risultati. 

E’ una grande occasione per il profit (e una notevole opportunità per il no profit)! 

 

Deducibilità dei costi sostenuti per finanziare la Responsabilità sociale

A partire dal 2005 è possibile, per imprese e per persone fisiche, per enti commerciali e non, dedurre dal proprio reddito imponibile fino al 10% dello stesso e fino ad un valore massimo di € 70.000.00 quanto sia stato oggetto di donazione, in denaro o in natura, nei confronti di soggetti no profit: 

  • ONLUS, Organizzazioni non lucrative di Utilità Sociale (articolo 10 del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460), comprese le cosiddette "ONLUS di diritto" e le "ONLUS parziali". 
  • Associazioni di promozione sociale iscritte nel registro nazionale (articolo 7, commi 1 e 2, della legge 7 dicembre 2000 n. 383) e i loro livelli territoriali. 
  • Fondazioni e associazioni (decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42) riconosciute, con personalità giuridica, aventi per oggetto statutario la tutela, promozione e valorizzazione dei beni di interesse artistico, storico e paesaggistico. 

Le erogazioni in denaro devono essere effettuate tramite banca, ufficio postale, carte di credito e prepagate, assegni bancari e circolari. Ciò che permette di acquisire la prevista documentazione probatoria.
Le donazioni in natura devono invece essere accompagnate da una autocertificazione, che comprovi il valore reale dei beni, e da una ricevuta da parte dell'Ente no-profit che contenga la descrizione analitica e dettagliata dei beni donati con l’indicazione dei relativi valori. 

Gli Enti no-profit che ricevono elargizioni in natura o in denaro hanno l’obbligo della la tenuta di scritture contabili, complete e analitiche, rappresentative dei fatti di gestione. Sono inoltre tenute alla redazione, entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio, di un apposito documento rappresentativo della situazione patrimoniale, economica e finanziaria (potrebbe che può essere anche lo stato patrimoniale e rendiconto gestionale).

ASPEm Onlus

Via Dalmazia, 2

22063 Cantù (CO)

Tel. +39.031.711394

Email: aspem@aspem.org

 

Copyright © ASPEm 2011

Design by RaRo Lab